sito

Venerdì 9 ottobre 2020, a partire dalle 12:00, inaugura a Magazzini Fotografici la mostra del progetto “Il caso C.” di Alfredo Covino, a cura di Chiara Capodici.

“Il caso C.” è un’indagine visiva sulla storia realmente accaduta della scomparsa di un uomo: Davide Cervia, ex sottoufficiale della Marina Militare Italiana specializzato in guerre elettroniche (GE) e vincolato a segreto militare Nato, è stato rapito nel 1990 a Velletri, alle porte di Roma. Il suo passato, anni di mansioni sui congegni e sulle armi elettroniche delle navi militari, è stato determinante per il suo destino. Un mistero lungo 30 anni fatto di indagini, depistaggi, manipolazioni, minacce e la condanna del ministero della Difesa per aver negato alla famiglia il diritto alla verità.

Alfredo Covino interpreta questa storia in un suo personale racconto, sviluppato in un’alternanza di fotografie, documenti ufficiali, immagini d’archivio, testimonianze e illustrazioni, creando un intreccio tra scenari immaginari e tracce del caso e offrendo delle chiavi interpretative concrete e visionarie su questa scomparsa.

La mostra resterà in allestimento fino al 1 novembre 2020 e sarà visitabile dal mercoledì alla domenica nei seguenti orari:

  • Mercoledì dalle 16:00 alle 20:00
  • Giovedì dalle 11:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 20:00
  • Venerdì dalle 11:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 20:00
  • Sabato dalle 11:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 20:00
  • Domenica dalle 11:00 alle 14:30Conosciamo l’autore:

Nato nel 1973 a Roma, dove attualmente vive e lavora, Alfredo Covino ha studiato fotografia presso l’Istituto Europeo di Design e successivamente ha conseguito un Master in Fotogiornalismo presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata (ISFCI) di Roma. Il suo lavoro è stato esposto in mostre personali e collettive. Nel 2008, ha vinto il premio Yan Geffroy della Grazia Neri Photo Agency con il suo progetto “Dear Moldova” e nel 2010 è stato finalista ai Sony World Photography Awards. Nel 2009, Covino ha co-fondato “Punto di Svista”, un’associazione culturale sulle arti visive, ed è diventato membro del comitato editoriale della rivista online. Dal 2009 al 2014 è stato fotografo di staff in OnOff Picture Agency e i suoi lavori sono stati pubblicati su testate italiane e internazionali. Attraverso la fotografia documentaria, esplora diversi temi all’interno dei suoi progetti: dalle connessioni tra luoghi, memoria e assenza alla trasformazione dei territori, prestando particolare attenzione alle interazioni tra uomo e paesaggio. Attualmente sta ultimando il suo progetto editoriale “Il caso C.” che nel 2019 è stato finalista all’Unseen Dummy Award di Amsterdam.

www.alfredocovino.com
FB: https://www.facebook.com/alfredo.covino.31
IG: https://www.instagram.com/alfredo_covino/?hl=it
Anche in questa occasione l’opening si svolgerà con un orario esteso, che va dalle 12:00 alle 21:00.
Nel rispetto delle misure di sicurezza gli accessi verranno contingentati.
Ingresso gratuito per i soci di Magazzini Fotografici.

Per maggiori informazioni:
328 76 66 584
magazzinifotografici@gmail.com
www.magazzinifotografici.it