immagine per sito MAG

 

A partire da mercoledì 22 ottobre 2020 ritorna Cinemagazzini&FilmOff, la nostra rassegna realizzata in partnership con filmOff/visioni cinefile.
Dopo il difficile periodo che ci ha costretti ad interrompere la programmazione, finalmente riprendiamo i nostri appuntamenti con il cinema, che per quest’anno sono interamente dedicati agli Strange Movies, i film più strani, assurdi, folli, bizzarri, eccentrici, diversi dal solito, fuori dai normali canoni cinematografici.
Con gli “strange movies” vedremo, dal punto di vista della regia o della storia, film grotteschi, minimalisti, sperimentali, visionari e surreali, per una “ricerca & sperimentazione nel cinema”.

Ecco le proiezioni in programma nei prossimi tre mesi:

  • giovedì 22 ottobre 2020 – ore 20.30
    El topo
    regia: Alejandro Jodorowsky
    messico, 1970, colore, v.o. sott. ita., ‘120 minutiIl secondo lungometraggio di Alejandro Jodorowsky (qui anche attore, scenografo, compositore della colonna sonora e costumista) è il film che ha legittimato il suo status di regista di culto: El Topo è uno dei più importanti, influenti e surreali lungometraggi underground degli anni ’70. Tra i più emblematici esempi del sottogenere “acid western”, El topo combina efficacemente simbolismi religiosi (soprattutto cristiani), riferimenti allo spiritualismo e alla filosofia orientale, grottesche allegorie della situazione politica cilena, cromatismi da spaghetti-western, stranianti incursioni parodistiche, erotismo respingente, iperboli violente e grandguignol animalesco, primitivo e isterico. Esplicitamente diviso in due parti: la prima, surreale in senso crudo ed etereo, allegorico; la seconda, più difficile da seguire nel particolare, si avvicina a un’umile storia d’amore scarnificata con la cadenza di una preghiera disperata ma ottimista. Il risultato è debordante, ipnotico, spesso irresistibile. Misteriosa nelle sue enigmatiche evocazioni semantiche, quasi sempre indecifrabile, l’esoterica opera di Jodorowsky era il film preferito di John Lennon, il quale lo pubblicizzò e lo distribuì in America, spianandogli la strada verso il mondo del fumetto e della letteratura. Analizzarlo non è semplice, ma il fascino di El Topo è altissimo e rimanere indifferenti è quasi impossibile.

 

  • giovedì 26 novembre – ore 20.30
    The forbidden room
    regia: Guy Maddin & Evan Johnson
    canada, 2015, colore, v.o. sott. ita., ‘120 minutiCome si fa il bagno? Un uomo ci spiega la storia e le origini del rituale sociale più ovvio del mondo. Dalle acque insaponate della vasca da bagno sprofondiamo negli abissi oceanici, dove l’equipaggio di un sottomarino sta rischiando la vita: l’ossigeno sta per finire, ma è impossibile riemergere perché la gelatina esplosiva che sta trasportando potrebbe esplodere. All’improvviso, compare dal nulla un boscaiolo, ignaro di quello che sta succedendo e di come sia finito lì…Questo è solo l’inizio di un viaggio nelle profondità, più metaforiche, della narrazione, a cui veniamo introdotti dagli autori di The Forbidden RoomGuy Maddine il suo aiuto regista, Evan Johnson.

 

  • giovedì 17 dicembre – ore 20.30
    Dawson city: frozen time
    regia: Bill Morrison
    canada, 2015, colore, v.o. sott. ita., ‘120 minutiDawson City, Yukon, Canada. Tra la fine dell’Ottocento e gli anni Venti, è l’ultimo avamposto della civiltà yankee (nel tumulto della corsa all’oro e della creazione di nuove ricchezze). C’è una sala cinematografica e i film arrivano, con anni di ritardo; poi però rispedire indietro le pellicole è troppo costoso. A fine anni Settanta, scavi in quella che era stata una piscina e poi un campo da hockey ne riportano alla luce un piccolo giacimento, preservato nel ghiaccio. In molti casi, si tratta di film dati per perduti. Bill Morrison recupera questo prezioso found footage, lo monta insieme a fotografie e altri materiali filmati d’epoca, lo affida alle musiche ipnotiche di Alex Somers, per raccontare l’incredibile storia del ritrovamento d’una collezione e insieme lo snodo cruciale della nascita d’una nazione, tra spirito d’avventura e impulso capitalista. Costruendo allo stesso tempo uno struggente poema, per immagini e musica, sulla fragile eternità del cinema.

E un anticipo sulla programmazione 2021:

  • giovedì 21 gennaio– ore 20.3o
    La antena
    regia: Esteban Sapir
  • giovedì 18 febbraio 2021 – ore 20,30
    The thief (la spia)
    regia: Russell Rouse
  • giovedì 18 marzo 2021 – ore 20,30
    Favula
    regia: Raùl Perrone
  • giovedì 15 aprile 2021 – ore 20,30
    Happy end
    regia: Oldrich Lipsky
  • giovedì 13 maggio 2021 – ore 20,30
    Il barone di munchhausen
    regia: Karel Zeman
  • giovedì 17 giugno 2021 – ore 20,30
    Trans-europ-express
    regia: alain robbe-grillet

Qui potete scaricare la locandina dell’intera rassegna e il pressbook.

INGRESSO GRATUITO per i soci di Magazzini Fotografici.

Prenotazione obbligatoria.

Le proiezioni sono organizzate nel rispetto delle regole di sicurezza Anti Covid. Pertanto verranno mantenute le giuste distanze in modo da garantire una corretta e sicura fruizione.

 

Per info e prenotazioni
admin@magazzinifotografici.it
filmoff.filmoff@gmail.com
+393381971084

Magazzini Fotografici
Via San giovanni in porta, 32 – 80139 Napoli

immagine per sito MAG (1)

Riparte #Cinemagazzini, la nostra rassegna di docufilm dedicata alla fotografia.

Dopo questo difficile periodo, siamo pronti a lanciare la nuova programmazione che dedicheremo da ottobre a dicembre a tre grandi nomi della fotografia internazionale: Joel Meyerowitz, Robert Mapplethorpe e Gilbert Garcine sono i fotografi protagonisti delle prossime proiezioni.
Ecco i docufilm in programma:

► 15 OTTOBRE 2020 – doppia proiezione h19:00 e h21:00
JOEL MEYEROWITZ
di Robert Gilberg
(1981) 57 min.
Il documentario, girato nel 1981, è stato reso pubblico solo di recente. Il regista Robert Gilbert racconta Joel Meyerowitz, seguendolo per le strade New York, accompagnato dal curatore e scrittore Colin Westerbeck. 57 minuti per raccontare il suo approccio alla fotografia di strada ed offrire un piccolo assaggio sui suoi metodi e strumenti di lavoro, tra cui la piccola Leica da 35 mm e la grande fotocamera a lastra.
Il film doveva essere il primo di una serie sui “fotografi americani”, ma fu acquistato da nessuna rete televisiva. I nastri originali restati quindi inutilizzati, sono riemersi soltanto 30 anni dopo la morte di Gilberg.
► 12 NOVEMBRE 2020 – doppia proiezione h19:00 e h21:00
ROBERT MAPPLETHORPE – LOOK AT THE PICTURE
di Fenton Bailey, Randy Barbato
(2016) 108min
Un docufilm che racconta, senza falso pudore, la vita e le opere tanto controverse di Robert Mapplethorpe.
Grazie all’esclusivo accesso all’archivio dell’artista, i registi Randy Barbato e Fenton Bailey, vincitori dell’Emmy Award, ci aprono le porte della New York edonista e libertaria degli anni settanta, della sua scena gay e sadomaso, e della vita privata di Mapplethorpe, figura chiave della fotografia del ventesimo secolo.
Il documentario, prodotto da HBO, costruisce una visione complessiva dell’esistenza dell’artista attraverso interviste ai suoi più stretti collaboratori, da Fran Lebowitz a Debbie Harry con la speciale partecipazione di Patti Smith.

► 10 DICEMBRE 2020 – doppia proiezione h19:00 e h21:00
GILBERT GARCIN, TUTTO PUO’ SUCCEDERE
di Ralf Kämpfe
(2015) 53 min
Il documentario racconta l’incredibile storia di Gilbert Garcin, pensionato, ex commerciante di lampade a Marsiglia, che a all’età di 63 anni trasforma la sua passione per la fotografia in arte, sorprendendo il pubblico con il suo umorismo e un uso dell’assurdo simile a quello di Magritte. Un uomo che nella vita ha fatto tutt’altro, e che solo dopo il pensionamento ha iniziato a fotografare, raggiungendo contro ogni plausibile aspettativa la notorietà internazionale.
Garcin è stato un narratore infaticabile, scomparso lo scorso 17 aprile 2020, ed è stato capace di sfruttare ricordi ed esperienze per realizzare immagini senza tempo, regalandosi una seconda giovinezza.

Per la visione del film è richiesto ai soci di Magazzini Fotografici un contributo di 3€.
Prenotazione obbligatoria.
Le proiezioni sono organizzate nel rispetto delle regole di sicurezza Anti Covid. Pertanto verranno mantenute le giuste distanze in modo da garantire una corretta e sicura fruizione.

Qui potete scaricare la locandina dell’intera rassegna.

 

Per info e prenotazioni:
admin@magazzinifotografici.it
+393381971084
Magazzini Fotografici
Via San Giovanni in porta, 32 – 80139 Napoli
www.magazzinifotografici.it

immagine per sito MAG

Con il terzo appuntamento 2020 di #Cinemagazzini chiudiamo la serie di proiezioni dedicate alla fotografia di Letizia Battaglia.

Per questa nuova proiezione il focus si sposta sulle ambientazioni al centro delle opere della fotografa, con un film che ha per protagonista le donne della Palermo che abbiamo imparato a riconoscere attraverso le sue immagini.

Mercoledì 4 marzo, alle 19:00 e alle 21:00, in proiezione:
● Via Castellana bandiera
regia di Emma Dante
94 minuti
Un film del 2013, tratto dall’omonimo romanzo, che ha al centro della trama un duello al femminile, e che è stato definito “forte e silenzioso, testardo e insolente, in una Sicilia fuori dal tempo, come nel Far West o in una tragedia greca”.
A dargli vita sono Rosa (interpretata dalla regista Emma Dante), siciliana che vive a Milano, arrivata nel capoluogo siciliano con la compagna Clara (Alba Rohrwacher) e Samira (Elena Cotta) albanese in Sicilia da anni, che trovandosi, in una calda domenica pomeriggio, con le loro auto in direzioni opposte, su una strada stretta, l’una di fronte all’altra, non accennano a voler cedere il passo. Uno scontro che attira l’attenzione degli abitanti del quartiere, pronti a scommettere su chi cederà per prima. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Emma Dante.
Il film ha partecipato alla 70ª Mostra del cinema di Venezia, a conclusione della quale Elena Cotta ha vinto per questo film la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile e la prima edizione del ‘Soundtrack Stars’, il premio come miglior colonna sonora.

Doppia proiezione: h19:00 e h21:00
Contributo richiesto ai soci: 3€
Prenotazioni a: admin@magazzinifotografici.it

| Ultimissime occasioni per visitare la mostra, in chiusura l’8 marzo.

immagine per sito MAG
In arrivo il secondo appuntamento con Cinemagazzini&FilmOff, la nostra rassegna realizzata in partnership con filmOff/visioni cinefile. Per quest’anno sarà interamente centrata sugli Strange Movies, i film più strani, assurdi, folli, bizzarri, eccentrici, diversi dal solito, fuori dai normali canoni cinematografici. In questa rassegna “strangemovies” vedremo dal punto di vista della regia o della storia, film grotteschi, minimalisti, sperimentali,visionari, surreali, per una”ricerca & sperimentazione nel cinema”
 
Il secondo film in programma mercoledì 19 febbraio 2020 alle 20:30 è:
▸ Jane B. par Agnès V.
regia: Agnès Varda
Francia, 1987, colore, v.o. sott. ita., ‘100 minuti
L’obiettivo di Agnès Varda in Jane B. par Agnès V. (1988) è ambizioso: reinventare il modo di filmare una biografia. Non più quindi il classico stile documentaristico, con il protagonista che si rivolge alla cinepresa raccontando la sua vita, corroborato da
immagini descrittive e testimonianze altrui, ma qualcosa di diverso. L’idea, molto cinematografica e molto nouvelle vague, è che si possa rendere più fedelmente l’essenza di una persona con l’artificio che attraverso il presunto realismo di un approccio descrittivo. E così la pellicola alterna alcune scene in cui la protagonista Jane Birkin parla di sé, in maniera se non recitata senz’altro molto studiata, ad altre in cui interpreta brevemente vari ruoli fra i più ostentatamente disparati, da Giovanna d’Arco a Calamity
Jane. Appaiono anche, poco più che comparse, l’ex compagno Serge Gainsbourg e le figlie (a loro volta future icone di stile) Charlotte Gainsbourg e Lou Doillon.
 
Ingresso GRATUITO per i soci 2020

Qui trovate tutti gli appuntamenti in programma e il pressbook della rassegna.

Per info e prenotazioni
admin@magazzinifotografici.it
filmoff.filmoff@gmail.com
+393381971084
immagine per sito MAG

La nuova programmazione del nostro Cinemagazzini si basa su un particolare Focus su Letizia Battaglia: in proiezione, per la prima parte del 2020, una serie di docufilm per conoscere e studiare carriera e fotografia della prima fotoreporter italiana e per scoprire dettagli, storie e retroscena di alcune delle sue immagini in mostra fino all’8 marzo 2020.

Per il secondo appuntamento dell’anno avremo in proiezione:
Battaglia
regia di Daniela Zanzotto
2004 – 58 min
Il documentario restituisce un’immagine nitida e immediata della fotografa che, per necessità e volontà di cronaca, ha immortalato le stragi, il dolore e gli effetti devastanti dell’azione delle mafie a Palermo. Letizia Battaglia, sembra dire il film, scatta pensando al suo ruolo e realizzando le foto come se fossero domande a cui non si può non rispondere. La fotoreporter decide di stare nel mezzo tra la morte, quella violenta dei morti ammazzati, e il mondo, quello letto sul giornale del giorno dopo, restando in attesa, pronta a partire ad ogni squillo del telefono, ad ogni sparo per strada.

Letizia
regia di Andrea Rizzo Pinna e Simona La Marca
2016 – 13 min
Una breve intervista video, un ritratto di Letizia Battaglia realizzato durante la mostra “Anthologia” svolta presso la galleria Zac di Palermo.

Doppia proiezione: h19:00 e h21:00
Contributo richiesto ai soci: 3€
Prenotazioni a: admin@magazzinifotografici.it

immagine per sito MAG

A partire da mercoledì 29 gennaio 2020 riparte Cinemagazzini&FilmOff, la nostra rassegna realizzata in partnership con filmOff/visioni cinefile che per quest’anno sarà interamente centrata sugli Strange Movies.

Il primo film in programma mercoledì 29 gennaio 2020 alle 20:30 è:

Le margheritine (Sedmikràsky)
regia: Věra Chytilová
Cecoslovacchia, 1966, colore, v.o. sott. ita., ’72 minuti

Nella Praga degli anni ’60, due sensuali adolescenti vagano senza scopo, mettendo a segno una serie di scherzi, dove il cibo, e attraverso di esso la seduzione, è prepotentemente in primo piano. Tra finti adescamenti a uomini di mezza età, abbuffate, sbornie e provocazioni di varia natura, le due si lasciano andare a folli rivolte verso la società dei consumi e contro il maschilismo dominante. Gioiellino degli anni ’60 della Nová vlna, movimento osteggiato dal regime di allora.

Ingresso GRATUITO per i soci 202o

Qui trovate tutti gli appuntamenti in programma e il pressbook della rassegna.

Per info e prenotazioni
admin@magazzinifotografici.it
filmoff.filmoff@gmail.com
+393381971084

locandinapiccola

A partire da mercoledì 29 gennaio riparte Cinemagazzini&FilmOff la nostra rassegna realizzata in partnership con  filmOff/visioni cinefile.  Per quest’anno sarà interamente centrata sugli Strange Movies, i film più strani, assurdi, folli, bizzarri, eccentrici, diversi dal solito, fuori dai normali canoni cinematografici. In questa rassegna “strangemovies” vedremo dal punto di vista della regia o della storia, film grotteschi, minimalisti, sperimentali,visionari, surreali, per una”ricerca & sperimentazione nel cinema”

Ecco le proiezioni in programma:

  • mercoledì 29 gennaio 2020 – ore 20,30
    Le margheritine (Sedmikràsky)
    regia: Vera Chytilova
  • mercoledì 19 febbraio – ore 20.30
    Jane b. par Agnès V.
    regia: Agnès Varda
  • mercoledì 11 marzo – ore 20.30
    El topo
    regia: Alejandro Jodorowsky
  • mercoledì 15 aprile – ore 20.30
    The forbidden room
    regia: Guy Maddin &  Evan Johnson
  • mercoledì 20 maggio – ore 20.30
    Dawson city: frozen time
    regia: Bill Morrison
  • mercoledì 24 giugno – ore 20.3o
    La antena
    regia: Esteban Sapir
  • Settembre con date da stabilire:
    The thief (la spia)
    regia: Russell Rouse
  • Ottobre con date da stabilire:
    Favula
    regia: Raùl Perrone
  • Novembre con date da stabilire:
    Happy end
    regia: Oldrich Lipsky
  • Dicembre con date da stabilire:
    Il barone di munchhausen
    regia: Karel Zeman

Qui potete scaricare la locandina dell’intera rassegna e il pressbook.

Qui trovate l’articolo di Alias,

per info  e prenotazioni
admin@magazzinifotografici.it
filmoff.filmoff@gmail.com
+393381971084

Magazzini Fotografici
via san giovanni in porta, 32 – 80139 napoli

logo strange

presentano

logo strange

Sta per arrivare la nuova rassegna realizzata in partnership con filmOff/visioni cinefile! Per quest’anno sarà interamente centrata sui film più strani, assurdi, folli, bizzarri, eccentrici, diversi dal solito, fuori dai normali canoni cinematografici. In questa rassegna “strangemovies” vedremo dal punto di vista della regia o della storia, film grotteschi, minimalisti, sperimentali,visionari, surreali, per una”ricerca & sperimentazione nel cinema”

Primo appuntamento previsto per mercoledì 29 gennaio. Presto maggiori dettagli!

Per info:
admin@magazzinifotografici.ti
filmoff.filmoff@gmail.com

immagine per sito MAG

La nuova programmazione del nostro #Cinemagazzini inizia con un particolare Focus su Letizia Battaglia: in proiezione, per la prima parte del 2020, una serie di docufilm per conoscere e studiare carriera e fotografia della prima fotoreporter italiana e per scoprire dettagli, storie e retroscena di alcune delle sue immagini in mostra fino all’8 marzo 2020.

I primi due documentari in proiezione sono:
● La mia Battaglia
regia di Franco Maresco
Palermo: la fotografia, la malattia mentale dell’Ospedale Psichiatrico di via Pindemonte, la vita e la morte, l’amore e la vecchiaia. Questi sono solo alcuni dei temi affrontati dalla grande fotografa Letizia Battaglia in un “incontro ravvicinato” con Franco Maresco, che vede la luce dopo vent’anni di attesa. Il risultato è il racconto intenso e inedito di una città che la Battaglia ha reso nota al mondo per la sua violenza efferata ma senza dimenticare la grazia, l’innocenza e la voglia di non arrendersi.

● Amore Amaro
regia di Francesco Raganato
Il documentario porta il titolo di una delle più importanti mostre della
Battaglia (svoltasi nel 1986) che racchiudeva scatti, per lo più in bianco e nero, sulla miseria e sullo splendore di una città, Palermo, che l’ha sempre vista ritornare dalle sue esperienze in giro per il mondo, cedendo sempre, arresa, al suo sguardo.

Doppia proiezione: h19:00 e h21:00
Contributo richiesto ai soci: 3€
Prenotazioni a: admin@magazzinifotografici.it

cinema fotografia cineforum

Il 18 dicembre 2019, per il prossimo appuntamento con #Cinemagazzini, avremo in proiezione un doppio documentario su due grandi donne della fotografia internazionale:
● MASTERS OF PHOTOGRAPHY – DIANE ARBUS
regia: John Musilli
In questo documentario il lavoro della fotografa Diane Arbus è raccontato da sua figlia, dagli amici, dalla critica e dalle sue stesse parole scritte nei suoi diari prima di morire, un anno prima della produzione del documentario. Il documentario è illustrato con molte sue fotografie e descrive il suo peculiare modo di lavorare “senza l’aiuto di nessuno”, sempre attratta dallo strano, persone emarginate dalla società, gay e lesbiche, estremisti, persone con stili di gusto incerti in posa o in situazioni che ispirano ironia, in definitiva scene in cui la maggior parte delle persone preferisce guardare dall’altra parte.

● CINDY SHERMAN – #UNTITLED
regia: Clare Beavan
In questo film spiritoso e rivelatore, Cindy Sherman – ampiamente riconosciuta come uno dei più grandi artisti contemporanei viventi – concede una rara intervista al pluripremiato regista Clare Beavan.
In quattro decenni, Sherman ha utilizzato oggetti di scena e telecamere per creare una gamma mozzafiato di personaggi inventati – dalla sirena sullo schermo al clown all’invecchiante socialite – che evocano una serie di emozioni dallo shock al divertimento. Sherman appare in quasi tutte le fotografie che scatta, ma si allontana dai riflettori dei media e praticamente non appare mai sulla macchina fotografica.
Insieme a un raro accesso all’artista stessa, questo film parla di artisti, curatori e coloro che le sono più vicini durante la sua vita e carriera.

Doppia proiezione: h19:00 e h21:00
Contributo richiesto ai soci: 3€
Prenotazioni a: admin@magazzinifotografici.it